Diffondi il sapere

Il PHP è un linguaggio di scripting general-purpose utilizzato per la creazione di pagine web dinamiche.

Originariamente acronimo di “Personal Home Page”, fu scelto in seguito l’acronimo ricorsivo “PHP: Hypertext Preprocessor”. Può essere sia incorporato nel linguaggio HTML (e interpretato lato server) che usato per la produzione di applicativi stand-alone, sebbene il primo uso sia molto più comune.

Storia

Il PHP fu ideato e sviluppato nel 1994 dal danese Rasmus Lerdorf, programmatore e membro del team Apache, come raccolta di script CGI. L’anno successivo fu esteso e riscritto in C aggiungendo un strumento per il parsing delle query SQL, con supporto per mSQL.

Come strumento open source ha goduto negli anni del contributo di diversi sviluppatori, tra cui in particolare i programmatori Zeev Suraski e Andi Gutmans che con Lerdorf riscrissero il motore che dalla contrazione dei loro nomi fu battezzato Zend.

Il progetto attualmente è sviluppato da un gruppo di programmatori, tra cui Lerdorf, Suraski e Gutmans e compete con la piattaforma ASP sviluppata da Microsoft.

Caratteristiche

Il PHP è un linguaggio a tipizzazione debole che riprende la sintassi del C e del Perl con supporto al paradigma della programmazione ad oggetti.

È un linguaggio ad alto livello che integra il supporto a mySQL, tramite mysqli o le funzioni obsolete mysql_, ma in grado di interfacciarsi con innumerevoli DBMS tramite PDO, un’interfaccia uniforme che permette di scrivere codice generico, non legato a un particolare database. Integra il database SQLite.

Può essere usato su tutti i principali sistemi operativi tra cui Windows, MacOS, Linux, molte varianti di Unix (compresi HP-UX, Solaris e OpenBSD) e RISC OS, supportanto la maggior parte dei server web esistenti (Apache, IIS, lighttpd e nginx).

Riferimenti

Pagina ufficiale (in italiano)


Diffondi il sapere

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *